Galsi considera la sicurezza dell’infrastruttura, una priorità assoluta che guida tutte le scelte tecniche in fase di progettazione. Il gasdotto come pure le strutture a terra sono stati progettati secondo le normative vigenti, nazionali e internazionali.

I gasdotti non presentano particolari fonti di rischio. Per garantire la massima sicurezza la condotta a terra è rivestita con un materiale isolante (Polietilene)(glossario) ed interrata tipicamente ad un metro e mezzo di profondità. In mare, nei tratti più vicini alla costa, il tubo oltre ad un rivestimento protettivo in polipropilene(glossario) ed in cemento armato è interrato a profondità variabile con copertura da 1 a 3 metri a garanzia di ulteriore protezione.

Le centrali di compressione sono progettate secondo i migliori standard di ingegneria internazionale, nel rispetto di tutti i parametri della normativa vigente in materia. Esse sono dotate di sistemi di rilevazione e di allarme atti registrare eventuali malfunzionamenti del sistema che rappresentino l’approssimarsi di un rischio e che permettono di intervenire tempestivamente prima che si verifichino situazioni di allarme.

La sicurezza del gasdotto sia a terra che in mare, come avviene normalmente per tutta la rete già esistente, viene inoltre costantemente monitorata grazie a periodiche ispezioni che assicurano una manutenzione efficiente ed un funzionamento sicuro, secondo i massimi standard di sicurezza.

Per ispezionare il gasdotto e verificarne l’integrità si utilizzano sofisticati strumenti elettronici, chiamati "Pig intelligenti"(glossario) che percorrono l'interno delle tubazioni per registrarne lo stato di integrità e localizzare eventuali ammaccature, corrosioni o altri difetti, permettendo di organizzare tempestivi interventi di riparazione. La rete a terra viene monitorata periodicamente con l’ausilio di elicotteri, automezzi e personale specializzato mentre la condotta a mare prevede ispezioni periodiche programmate per verificarne le condizioni esterne e organizzare eventuali lavori di manutenzione.

Sicurezza dei lavoratori
Galsi gestisce le sue attività perseguendo l’eccellenza nel campo della tutela della salute e della sicurezza del proprio personale e dei terzi. Per mettere in pratica i principi enunciati nella propria politica della sicurezza, all’interno del proprio codice etico, Galsi:

  • adotta sistemi di gestione ambientale, della sicurezza e della qualità;
  • effettua ed aggiorna la valutazione dei rischi per programmare tutte le misure di tutela della salute e della sicurezza dei collaboratori e dei terzi;
  • cura la formazione continua e la sensibilizzazione del proprio management e di tutto il personale sulle tematiche della sicurezza;
  • adotta le migliori tecnologie disponibili al fine di eliminare i rischi alla fonte e diminuire gli impatti sull'ambiente;
  • promuove presso i propri appaltatori una cultura del rispetto della sicurezza.