Il gasdotto Galsi è stato inserito nel Piano di Indirizzo Energetico Regionale (PIER) della Toscana e riconosciuto quale progetto strategico ed importante per il raggiungimento dei futuri obiettivi in materia di programmazione energetica regionale, fra i quali ad esempio la riduzione del 20% dei gas serra entro il 2020, la riconversione degli impianti inquinanti, la diversificazione di approvvigionamento di gas metano.

Svariati i benefici ed i vantaggi che l'arrivo del gasdotto Galsi porterà alla Regione Toscana, alcuni dei quali indicati nello stesso Piano Energetico:

  • ricadute positive sull'economia, sull'imprenditoria e sullo sviluppo sociale della Toscana;
  • diversificazione energetica sul fronte della produzione dell'energia elettrica, con l'incentivo all'uso del gas metano ed un minor impiego di combustibili fossili più inquinanti;
  • maggior sicurezza di approvvigionamento energetico ad una regione, quale la Toscana, molto dipendente dall'importazione di energia;
  • incentivo al passaggio da una sistema energetico basato sull'utilizzo del petrolio ad un sistema ecosostenibile a favore delle energie rinnovabili. Il gas metano per le sue proprietà di maggior compatibilità ambientale sarà un elemento chiave nella fase transitoria di questo passaggio.