L'importanza del gas naturale come fonte primaria di energia in tutto il mondo è in grande crescita e non viene arrestata né dalla spinta alle rinnovabili ed al risparmio energetico né dal ritorno dell'interesse al nucleare.

Coprendo circa un quarto di tutto il fabbisogno energetico della UE, il gas naturale è, dopo il petrolio, la seconda fonte di energia primaria d’Europa. Si prevede che questo fabbisogno aumenterà del 26.3%* entro il 2020 ed in Italia crescerà del 39% più che nell’Europa.

Nello stesso periodo di tempo è prevista una riduzione della produzione interna europea del 43%.Anche in Italia la riduzione sarà molto accentuata (-65%) passando da 11 a circa 4 miliardi di metri cubi di gas.

Dalle previsioni circa il futuro scenario del mercato del gas ne consegue che per garantire la sicurezza dei rifornimenti sul lungo periodo per l’Italia sarà necessario muoversi da subito per espandere in maniera rilevante le attuali infrastrutture destinate all'importazione.

Il Galsi, con una capacità di 8 miliardi di metri cubi di gas, rappresenta una risposta concreta al fabbisogno energetico e alla sicurezza di approvvigionamento di gas naturale.

*fonte: i dati citati sono ricavati dalls ricerca di AT Kearney "Future Natural Gas Supply", dicembre 2007